Chi sono

Attrice di teatro, di cinema o di fiction?

Spesso mi viene rivolta questa domanda . Prima rispondevo male ora cambio discorso. Un attore è un attore e basta e la sua arte la mette a servizio del palco, della telecamera o della cinepresa.Chi sono
In 25 anni di carriera ho avuto la fortuna di fare esperienze diverse che vanno dal teatro classico al cabaret, dal cinema d’autore alle fiction.
Il mio debutto è al Festival di Teatro Fondi La Pastora in una regia di Renato Giordano. Mi vale la prima recensione su Sipario: più di 10 righe di apprezzamento per il debutto di una giovane attrice.
L’anno successivo sono in teatro con Mariangela Melato in una storica versione di Medea per la regia di Giancarlo Sepe. Poi New York con Renato Campese e Gennaro Cannavacciuolo in “Ti darò quel fior!”. Fondo un gruppo comico “Le Sbandate” con cui lavoro per circa 10 anni in teatro e serate di cabaret per approdare a Fantastico più pomeridiano con Milly Carlucci su Rai 1.
Sono protagonista del film “Touchia” di Rachid Benadji che ottiene una menzione speciale al Festival di Venezia. Una delle mie più intense e plurirecensite interpretazioni: Anna Magnani al Teatro Sala Umberto di Roma. Vengo recensita da 18 testate importanti con apprezzamenti eccellenti per la mia interpretazione in “Puggili” (non è un refuso il titolo è con due g) che viene riproposto per 10 anni a Roma, Milano e in tournèe. Masolino D’Amico dalla Stampa pagina nazionale dice di me “rivelazione”. Sono accanto a Luca Zingaretti in “16 ottobre 1943” di De Benedetti (RAI 3) e “Lettura per Sant’Anna di Stazzema”.
Sono l’unica protagonista femminile della bellissima versione teatrale di “Nell’anno del Signore” di Luigi Magni, con Fiorentini, Avallone. Interpreto Linda nel grande successo di Rai 1 “Fidati di me” con Virna Lisi per la regia di Gianni Lepre.
Sempre su Rai 1 sono in “Pinocchio” per la regia di Alberto Sironi. Ancora Rai 1 nella fiction “La buona battaglia” (Don Pietro Pappagallo) per la struggente regia di Gianfranco Albano.
Sono ancora una volta Anna Magnani nella fiction record di ascolti “Volare” (La storia di Domenico Modugno) con Beppe Fiorello per la grande regia di Riccardo Milani. Affianco Roberto D’Alessandro in uno spettacolo diventato un cult “Bamboccioni”. Di nuovo accanto a lui in un emozionante spettacolo sulla follia “Una casa di pazzi”.
Attualmente porto in giro per l’Italia 2 monologhi apprezzati da critica e pubblico “Ho gridato che ti amo” da me scritto e diretto, e “In nome della madre” dal capolavoro di Erri De Luca per la regia di Filippo d’Alessio.
Sarò in scena a gennaio- febbraio 2015 con Marco Falaguasta in “Due volte Natale